Casa > Hub non rilevabile > Come bypassare il rilevamento AI?

Come bypassare il rilevamento AI?

I rilevatori di intelligenza artificiale sono diventati cruciali per garantire l’autenticità e l’efficacia dei contenuti su tutta la linea. Questi strumenti fungono da guardiani digitali contro i contenuti privi di un aspetto umano e vengono utilizzati in vari settori. Ed è qui che entra in gioco l’importanza di eludere i rilevatori di intelligenza artificiale.

In questo articolo, approfondiremo le 10 migliori strategie comprovate per aggirare il rilevamento dell'intelligenza artificiale e perché dovremmo superarle. Ora, tuffiamoci subito.

Come bypassare il rilevamento AI?

Riesci davvero a superare in astuzia il rilevamento dell'intelligenza artificiale? La risposta è sì, ma si tratta di una delicata danza tra finezza tecnologica e uso strategico degli strumenti di intelligenza artificiale. È come una magia! Ma non si tratta solo di eseguire il trucco magico; devi presentare quel trucco magico con abile precisione.

Allora, come lo fai esattamente? Bene, ecco alcuni modi...

Utilizza il miglior dispositivo di rimozione del rilevamento AI: HIX Bypass

Molti dispositivi di rimozione del rilevamento AI stanno spuntando ovunque. Ma molti di loro ricorrono a tecniche semplicistiche di rotazione dei contenuti che spesso lasciano molto a desiderare in termini di ingannare la pletora di rilevatori di intelligenza artificiale là fuori.

immagine9.jpg

È qui che entra in gioco HIX Bypass ! Sta emergendo come un pioniere in questo campo! Alzando il livello e stabilendo uno standard completamente nuovo per evitare il rilevamento dell'intelligenza artificiale, HIX Bypass non si basa sulla semplice rotazione dei contenuti come altri strumenti di scrittura; invece, sfrutta la potenza all’avanguardia della tecnologia di umanizzazione del testo.

Prova HIX Bypass per creare scritture AI non rilevabili

Il tuo contenuto
Consigli per l'uso
Modalità:
Ultimo
Produzione
empty icon

L'uso di questa tecnologia prende i tuoi contenuti generati dall'intelligenza artificiale, trasformandoli perfettamente in testo praticamente indistinguibile dalla scrittura umana. Cosa distingue HIX Bypass e lo rende così straordinariamente efficace? Si tratta semplicemente di queste tre cose:

  • HIX Bypass utilizza una solida tecnologia di elaborazione del linguaggio naturale per ristrutturare rapidamente il testo generato dall'intelligenza artificiale. Fa anche un ulteriore passo avanti sostituendo le frasi problematiche con alternative che hanno meno probabilità di attivare il rilevamento.
  • Progettato pensando alla versatilità, HIX Bypass è progettato per rendere i tuoi contenuti AI praticamente invisibili alla maggior parte dei sistemi di rilevamento disponibili, tra cui ZeroGPT , GPTZero , Turnitin , Content at Scale , Winston AI e altri. Di' addio alla costante preoccupazione di essere segnalati o rilevati.
  • A differenza di alcuni dispositivi di rimozione del rilevamento AI che potrebbero alterare il significato del testo per eludere il rilevamento, HIX.AI è orgoglioso di garantire una precisione del 100% nel preservare il significato previsto rendendo al contempo non rilevabile il contenuto AI.

Scopri come HIX Bypass bypassa efficacemente tutti i rilevamenti AI

GPTZero
Originality.ai
Turnitin
ZeroGPT
Sapling
Winston AI
Writer
Crossplag
Content at Scale
Copyleaks
Scribbr

Ora sblocchiamo la potenza di HIX Bypass per i tuoi contenuti. Ha un'interfaccia intuitiva che ti fa risparmiare tempo. Ecco una semplice guida in tre passaggi su come funziona:

  1. Copia e incolla i tuoi contenuti generati dall'intelligenza artificiale sulla piattaforma HIX Bypass .
  2. Quindi premi Genera e lascia che lo strumento riscriva il tuo contenuto per una migliore ostruzione del rilevamento.
  3. Una volta completato il processo, il tuo testo appena umanizzato è pronto per essere utilizzato su qualsiasi piattaforma senza preoccupazioni.

Con HIX Bypass nel tuo arsenale, ottieni un potente strumento per navigare con sicurezza nel panorama digitale. I tuoi contenuti possono aggirare il rilevamento dell'intelligenza artificiale e mantenere la loro autenticità, garantendo che il tuo messaggio raggiunga il tuo pubblico di destinazione senza interruzioni indesiderate.

Prova a parafrasarlo

Parafrasare i contenuti generati dall'intelligenza artificiale può essere la soluzione più popolare se non hai molto tempo e non vuoi investire in un umanizzatore dell'intelligenza artificiale. Piattaforme come Quillbot offrono strumenti che aiutano a parafrasare il testo generato dall'intelligenza artificiale , ma semplici modifiche alle parole potrebbero non funzionare sempre. Di seguito è riportato come utilizziamo Quillbot per parafrasare alcuni contenuti generati ChatGPT.

immagine21.jpg

Ecco il risultato del contenuto elaborato che passa attraverso 2 popolari piattaforme di rilevamento AI:

immagine17.jpg
immagine14.jpg

Come puoi vedere dai risultati del test, il contenuto semplicemente parafrasato è riuscito a ottenere una valutazione di "mix di umano e AI" da GPTZero, ma non riesce a bypassare il rigoroso rilevamento Originality.ai .

Adeguamenti strutturali

I generatori di contenuti AI utilizzano un algoritmo prestabilito per quanto riguarda la struttura della frase. Quindi, avere una buona comprensione di quella struttura può farti risparmiare un sacco di mal di testa. Potrebbe essere utile provare ad adattare la lunghezza delle frasi ed evitare le frasi abusate per rendere il contenuto dell’IA più autentico e simile a quello umano.

Per questo contenuto in particolare, dobbiamo apportare diverse modifiche al fine di affinare la struttura narrativa e migliorarne la chiarezza. Aggiustamenti nella struttura della frase, come dichiarazioni più brevi e dirette e l'uso strategico dei segni di punteggiatura per enfatizzare, possono aiutare a chiarire gli argomenti centrali, mantenendo nel contempo un tono professionale e accessibile.

Ed ecco come appare dopo le modifiche:

immagine29.jpg

Scopriamo se funziona.

immagine6.jpg
immagine4.jpg

Come puoi vedere dal risultato, ristrutturare le frasi può effettivamente fare alcune differenze, poiché GPTZero contrassegna il contenuto come scritto per il 77% da esseri umani. Anche se ha fallito il test Originality.ai , probabilmente perché dal momento che il contenuto è stato generato esclusivamente dall'intelligenza artificiale, è chiaro che la semplice ristrutturazione delle frasi da sola non rimuove completamente le filigrane dell'intelligenza artificiale con la stessa efficacia con cui sono progettati gli strumenti specializzati di umanizzazione dell'intelligenza artificiale.

Inserimento di parole chiave

I sistemi di rilevamento dell’intelligenza artificiale sono molto vigili sull’uso eccessivo o sul riempimento di parole chiave. Ma puoi inserire qualche parola chiave in più nei tuoi contenuti in modo organico se stai attento. Ciò può ridurre la probabilità di far scattare allarmi e consentire un migliore strumento di posizionamento SEO, ma non sarà così utile poiché la struttura del contenuto di base e le frasi sembreranno comunque generate dall'intelligenza artificiale.

Per migliorare la compatibilità SEO dei contenuti forniti, possiamo incorporare termini come "veicoli elettrici sostenibili", "tecnologia verde", "sviluppo eco-compatibile" e "prove a basse emissioni di carbonio". Questi aggiustamenti mirano ad allineare meglio il contenuto con le attuali tendenze di ricerca incentrate sull'ambiente e sulle energie rinnovabili, migliorando potenzialmente la visibilità dell'articolo sui motori di ricerca.

Ecco cosa otteniamo:

immagine25.jpg

Ora vediamo se abbiamo fortuna nel bypassare i rilevatori IA.

immagine2.jpg
immagine20.jpg

Come accennato in precedenza, l’aggiunta di parole chiave SEO ai contenuti generati dall’intelligenza artificiale fa una certa differenza, ma questa misura è efficace solo dal punto di vista SEO. Semplicemente non è abbastanza pratico se stai cercando di bypassare i rilevatori AI come GPTZero di Originality.ai.

Correggi il contesto e migliora la coerenza generale

I contenuti generati dall'intelligenza artificiale non utilizzano sempre frasi grammaticalmente valide. Ciò significa che a volte manca il contesto quando si tratta del contenuto fornito dagli strumenti. Per evitare di far scattare gli allarmi di questi rilevatori, devi assicurarti di incorporare parole che si adattano naturalmente a contesti specifici, migliorando la coerenza complessiva del lavoro.

Abbiamo apportato diverse modifiche per chiarire e migliorare la coerenza generale del contenuto fornito. Affrontando in modo più specifico gli impatti della produzione delle batterie e l'influenza della composizione della rete elettrica sui benefici ambientali dei veicoli elettrici, abbiamo fornito un'analisi più articolata e completa dei fattori in gioco nella valutazione della loro ecocompatibilità.

immagine18.jpg

Bene, questo semplice trucco può funzionare? Scopriamolo.

immagine26.jpg
immagine13.jpg

Purtroppo, semplicemente aggiustare il contesto, così come apportare piccole modifiche alla coerenza tra frasi e paragrafi, non è poi così utile.

Il tocco umano

L'intelligenza artificiale fatica continuamente a comprendere e fornire alcuni aspetti molto umani al contenuto, come l'umorismo, le espressioni colloquiali o persino le prospettive in prima persona. Se riesci a infondere queste piccole cose nei tuoi contenuti, li farà sembrare molto più autentici e ciò creerà un rapporto migliore con le persone che digeriscono i tuoi contenuti, qualunque essi siano.

Quindi, prendiamoci un po' di tempo per rielaborare completamente il contenuto di esempio e aggiungere alcuni tocchi personali, e questa è la versione completamente umanizzata.

immagine31.jpg

Funzionerà? Scopriamolo.

immagine27.jpg
immagine30.jpg

Sembra che funzioni davvero! Il contenuto elaborato è riuscito a bypassare il rilevamento GPTZero e ha raggiunto un punteggio originale dell'80% in Originality.ai. Di conseguenza, umanizzare manualmente i contenuti generati dall’intelligenza artificiale può effettivamente rendere i tuoi contenuti non rilevabili dai rilevatori di intelligenza artificiale.

Tuttavia, il processo ti costerà molto tempo, poiché praticamente riscriverai l'intero articolo da solo. Sebbene sia efficace, non è il modo migliore e più efficiente per gestire il processo di creazione dei contenuti, soprattutto se devi gestire grandi volumi di testo generato dall'intelligenza artificiale.

Variazione migliorata di parole ed espressioni

Puoi anche utilizzare metodi avanzati di selezione dei sinonimi e incorporare diverse scelte di vocabolario per rendere il contenuto AI non rilevabile dai rilevatori AI. Invece di mantenere vocabolari e frasi di uso comune, questo metodo prevede l’utilizzo di un lessico ampio e l’integrazione efficace dei sinonimi per creare un testo che appaia più naturale e umano.

Abbiamo apportato diverse modifiche per raggiungere questo obiettivo, trasformando le frasi di base in espressioni più sfumate: ad esempio, "presentato come un'alternativa più pulita" si è evoluto in "esaltato come un sostituto incontaminato" e "il dibattito su" si è trasformato in "il dialogo che circonda ," Queste alterazioni non solo elevano il linguaggio ma perfezionano anche gli argomenti, fornendo una narrativa più avvincente e sofisticata.

Questo è quello che appare dopo gli aggiustamenti.

immagine8.jpg

Vediamo se funzionerà questa volta.

immagine26.jpg
immagine5.jpg

La riscrittura sembra più elaborata in termini di scelta delle parole, ma purtroppo non è ancora riuscita a bypassare i 2 rilevatori AI menzionati. Il motivo principale può probabilmente essere dovuto al fatto che, poiché la struttura di base dell’articolo è stata generata dall’intelligenza artificiale, il semplice cambiamento dell’uso di parole ed espressioni non è sufficiente per superare in astuzia gli strumenti di rilevamento dell’intelligenza artificiale disponibili.

Integrazione di ganci narrativi intriganti

Infondere nelle narrazioni elementi accattivanti ed elementi narrativi coinvolgenti può servire come tattica per superare in astuzia gli algoritmi di rilevamento dell’intelligenza artificiale. Aggiungendo narrazioni avvincenti ai tuoi contenuti generati dall'intelligenza artificiale che catturano l'attenzione del lettore, puoi trasferire il puro contenuto dell'intelligenza artificiale in un testo dall'aspetto naturale in grado di aggirare i tradizionali strumenti di rilevamento della filigrana dell'intelligenza artificiale.

Trasformiamo il dibattito analitico in una ricerca mitica, dipingendo i veicoli elettrici e gli ICE come personaggi di una grande storia di gestione ambientale. Possiamo provare a personificare la tecnologia e gli elementi ambientali, paragonando i veicoli elettrici a “galanti cavalieri della strada” e i veicoli ICE a “marce fragorose di elefanti”, per vedere se questo percorso può effettivamente funzionare.

immagine28.jpg

Ed ecco i risultati dei test.

immagine19.jpg
immagine15.jpg

Il risultato mostra che cambiare la narrazione funziona, poiché il contenuto sta ottenendo un punteggio umano del 42% da GPTZero e un punteggio originale del 69% da Originality.ai. Tuttavia, questo approccio richiede un certo livello di capacità di narrazione e scrittura di contenuti. Inoltre richiede molto tempo. Pertanto, questa potrebbe non essere la soluzione efficiente per fare in modo che il tuo testo AI ignori il rilevamento AI.

Tecniche di fusione concettuale

Un altro metodo possibile può essere l’utilizzo di metodi di fusione concettuale per migliorare la profondità e la complessità dei contenuti generati dall’intelligenza artificiale. Unendo insieme vari concetti o idee in modo ordinato, puoi creare il tuo testo generato dall'intelligenza artificiale che va ben oltre il semplice output dall'aspetto robo; questo rende la scrittura più elegante e originale.

In questo approccio, possiamo provare a utilizzare tecniche di fusione concettuale per arricchire la profondità e la complessità del contenuto. Ad esempio, descrivere l’impatto ambientale dei veicoli elettrici come un “arazzo” e le sfide come un “mosaico” trasforma l’analisi tecnica in un racconto più sfumato e coinvolgente. Questo è il risultato delle modifiche:

immagine23.jpg

Ed ecco cosa otteniamo dai due rilevatori AI,

immagine7.jpg
immagine22.jpg

Dai risultati mostrati dai 2 rilevatori AI, possiamo dire che questo metodo funziona. Tuttavia, per rendere i tuoi contenuti veramente non rilevabili e coinvolgenti, devi possedere una profonda comprensione dell'argomento e del tema su cui stai lavorando in modo che il contenuto elaborato possa essere considerato attendibile sia dal tuo pubblico che dal motore di ricerca.

Pensa e scrivi in ​​modo diverso

Se vuoi creare contenuti stellari, devi pensare e scrivere in modo diverso. Come si fa a farlo? Semplice! Prova a inserire colpi di scena inaspettati, fatti sorprendenti o conclusioni non convenzionali. Ciò aggiunge un elemento di intrigo ai tuoi contenuti e affascina il tuo pubblico, rendendo più difficile per i rilevatori di intelligenza artificiale contrassegnare il tuo lavoro come generato dall'intelligenza artificiale.

Per raggiungere questo obiettivo. Abbiamo incorporato colpi di scena inaspettati come il paradosso ambientale delle batterie dei veicoli elettrici, fatti sorprendenti sugli adattamenti delle energie rinnovabili o conclusioni non convenzionali sull'impronta ecologica, che arricchiscono il contenuto con la creatività umana che i rilevatori di intelligenza artificiale non riescono a riconoscere facilmente.

immagine24.jpg

Ora controlliamo il punteggio di rilevamento e vediamo se funziona.

immagine10.jpg
immagine1.jpg

La scrittura creativa ha fatto la differenza. Il contenuto riscritto sta ottenendo un punteggio umano dell'81% da GPTZero e un punteggio originale del 73% da Originality.ai.

Perché dovremmo ignorare il rilevamento dell’intelligenza artificiale?

Man mano che i contenuti generati dall’intelligenza artificiale acquisiscono importanza, sorge un nuovo ostacolo: la proliferazione di strumenti di rilevamento della scrittura basati sull’intelligenza artificiale. Le piattaforme online hanno abbracciato questi strumenti, scansionando meticolosamente i segni rivelatori dei contenuti generati dall’intelligenza artificiale.

Ciò pone alcuni seri problemi all’uso di strumenti di generazione di contenuti basati sull’intelligenza artificiale. I creatori di contenuti che utilizzano l'intelligenza artificiale per supportare il proprio flusso di lavoro potrebbero essere interessati dal rilevamento dei contenuti dell'intelligenza artificiale, che può essere devastante sia per le aziende che per i singoli creatori.

Ecco alcuni dei motivi principali per cui dovresti considerare di umanizzare il testo generato dall'intelligenza artificiale e bypassare il rilevamento dell'intelligenza artificiale.

Qualità dei contenuti discutibile

Quando si tratta di qualità, l’intelligenza artificiale ha ancora i suoi limiti. A volte, potrebbe non raggiungere l'obiettivo, fornendo contenuti con errori, confusioni o lacune logiche. Anche con strumenti di scrittura basati sull’intelligenza artificiale di fascia alta, la creatività e la comprensione umana sono essenziali per migliorare i contenuti puramente generati dall’intelligenza artificiale per garantire che rispettino gli standard più elevati e forniscano informazioni pertinenti e accurate per il pubblico generale.

Pertanto, diversi post sulle piattaforme di social media affermano che ChatGPT sta aggiungendo filigrane dedicate nel testo generato, rendendo ancora più semplice per i rilevatori di contenuti AI individuare e contrassegnare i contenuti AI. Pertanto, l’utilizzo immediato di contenuti generati dall’intelligenza artificiale potrebbe metterti nei guai in ambito accademico, motivo per cui dovresti sempre umanizzarli prima per assicurarti che superino un controllo rigoroso.

immagine16.jpg

SEO e punizione dei motori di ricerca

Vogliamo tutti che i nostri contenuti brillino nelle pagine dei risultati di ricerca. Purtroppo, l’ascesa dell’intelligenza artificiale nella creazione di contenuti non è passata inosservata ai motori di ricerca. Gli algoritmi di Google, ad esempio, sono diventati abili nell’identificare i contenuti generati dall’intelligenza artificiale e potrebbero rispondere retrocedendo tali contenuti nelle classifiche di ricerca.

Tuttavia, ecco l'accordo. Sebbene Google possa individuare, identificare e contrassegnare con precisione i contenuti generati dall'intelligenza artificiale, il suo algoritmo e la sua politica non applicheranno alcuna punizione solo se il contenuto è utile. Numerosi creatori di contenuti e professionisti SEO hanno riferito che è ancora possibile ottenere un posizionamento elevato nella SERP Google utilizzando l’intelligenza artificiale per generare contenuti, purché il contenuto sia considerato utile.

In effetti, molte piattaforme legate alla creazione di contenuti, come testate giornalistiche e siti di stampa, utilizzano già l’intelligenza artificiale per generare, modificare e pubblicare contenuti da molto tempo, anche prima dell’hype di ChatGPT . Ovviamente Google lo sa per certo. L’unico motivo per cui questi articoli di notizie “assistiti dall’intelligenza artificiale” possono ancora ottenere posizioni elevate è perché in realtà forniscono informazioni accurate e utili, invece di spam con contenuti spazzatura.

immagine11 (7).jpg

Fonte: https://www.reddit.com/r/SEO/comments/148ak6g/does_anyone_exactly_even_know_google_penalizes_ai/

Umanizzare il tuo testo AI e aggiungere i tuoi tocchi personali è sempre una buona idea prima di inviare il tuo lavoro a piattaforme online. Questa è sempre una misura consigliata che può proteggere da potenziali sanzioni SEO e mantenere la visibilità dei tuoi contenuti online.

immagine12.jpg

Poiché Google può effettivamente accettare contenuti generati dall'intelligenza artificiale, l'obiettivo qui è quello di far sì che i tuoi contenuti creati dall'intelligenza artificiale vengano letti e suonati più come un testo scritto da esseri umani con informazioni più utili, invece che come spam casuale generato dall'intelligenza artificiale. Scopri come Google tratta i contenuti generati dall'intelligenza artificiale per ulteriori informazioni.

Sanzioni accademiche

Il mondo accademico è severo riguardo all’autenticità. I testi generati tramite strumenti di intelligenza artificiale sono sottoposti a controlli e potrebbero potenzialmente attivare rilevatori di plagio, mettendo a repentaglio il lavoro e la posizione di uno studente.

Se desideri utilizzare l'intelligenza artificiale per assisterti nei tuoi compiti di scrittura, umanizzare i tuoi saggi e documenti di ricerca generati dall'intelligenza artificiale può garantire il rispetto dell'integrità accademica e prevenire potenziali penalizzazioni accademiche in contesti educativi.

Conclusione

Poiché è disponibile un rilevamento dell'intelligenza artificiale sempre più avanzato, molte persone e aziende hanno compreso la necessità di strumenti migliori per aggirare tutti gli strumenti di rilevamento dell'intelligenza artificiale disponibili. Anche se puoi sempre apportare le modifiche da solo, l'utilizzo di umanizzatori di contenuti AI professionali come HIX Bypass può rendere il processo di creazione dei contenuti molto più semplice.

Questi strumenti innovativi non sono gli unici modi per navigare nel mondo del rilevamento dell’intelligenza artificiale. Utilizzando questi strumenti insieme ai suggerimenti forniti in questa guida, dovresti essere in grado di bypassare i rilevatori di intelligenza artificiale molto più facilmente. Non stiamo dicendo che sarai un ninja paroliere, ma ci sarai molto vicino!

La verità è che, poiché tutta la nostra tecnologia continua ad avanzare, le nostre strategie devono evolversi con essa. Con strumenti come HIX Bypass, acquisisci la sicurezza necessaria per navigare nell'intricato labirinto del rilevamento dell'intelligenza artificiale ora presente nei nostri paesaggi digitali.